Il pennello nell’acqua

Il pennello nell’acqua!

Immagino anche voi, quando fa molto caldo, tutto ciò che desiderate è un bicchiere d’acqua fresca. Tutto ciò che l’acquerello ha bisogno per renderlo più vivo e più dinamico è l’acqua. Ho visto acquerelli con risultati molto belli, ma credetemi: quei dipinti non fanno giustizia a questa tecnica così viva. Questo per dire che quando dipingi ad acquerello non dimenticarti di dipingere con il pennello intinto abbondantemente d’acqua. Pensa alle cascate, alla potenza dell’acqua, a quelle giornate calde dove vorresti fare una doccia. Pensa all’acqua quando di primo mattino lavi il tuo volto… ecco, così deve essere il dipinto ad acquerello, ricco d’acqua! Non essere avaro con l’acqua! La vera protagonista di questa tecnica artistica è l’acqua, la quale dà vita ai colori della tua tavolozza.

La bellezza dell’acquerello è nel dipingere con acqua e in sé ha un concetto bellissimo: l’acqua è vita! Se ci pensi, il colore nell’acquerello prende vita solamente se il pigmento viene a contatto con dell’acqua.

Facciamo un esempio pratico. Ho dipinto dei paesaggi urbani e dei ritratti. Come vedete, questi dipinti non sono astratti ma raffigurano dei soggetti concreti. Devo dire che mi sono divertito tantissimo nel fare questi dipinti. Ricordo di essere stato “immerso” nel dipinto quando ho dato all’acqua quella libertà di creare da sé quegli effetti spesso irripetibili.

Un esempio pratico di un acquerello

Se guardiamo la foto della Città grigia o Città d’acqua, quello che mi interessava comunicare era un particolare che troviamo in questi dipinti: le gocce d’acqua! Quelle gocce, che portavano il pigmento, si fermarono dove volutamente avevo lasciato asciutta la carta.

1 TIP: uno dei vari modi per controllare l’acqua pigmentata è quello di lasciare asciutto la zona del foglio dove non vuoi che venga colorata.

Le gocce d’acqua non solo fanno giustizia a questa tecnica bellissima ma:

  1. Suggeriscono l’abbondante uso di acqua nel mio dipinto
  2. Ho voluto che queste gocce simboleggiassero la pulizia (ovvero l’utilizzo dell’acqua per lavare qualcosa di sporco o di maleodorante). Una piccola riflessione personale: «se questo dipinto comunicasse quel desiderio di voler vedere una città pulita dalle sue ingiustizie e corruzioni?» Per intenderci, un po’ come quella pioggia che cade con quelle gocce che puliscono la città. Vediamo il caso del [dipinto del volto]. Quelle gocce d’acqua presenti sul volto dipinto, che portano con loro il pigmento eccessivo, non potrebbero proprio suggerisce un volto pulito dalle ferite subite? Questo voglio dire! Che ne pensate? Commentate!

Torniamo un attimo alle calde giornate di giugno. In quei giorni usai l’acquerello e le sue caratteristiche per comunicare qualcosa che potesse far riflettere chiunque guardasse i dipinti. In fondo, la pittura dell’acquerello si presta a risultati e stili diversi senza dimenticare che ciò che la rende viva è proprio l’acqua. Perché non inizi a pensare anche tu alla tecnica artistica che stai usando e alle sue caratteristiche? Pensa a come questi elementi possono ispirarti in modo da poter comunicare qualcosa a chi guarderà i tuoi dipinti.